INNESTI on air: l’intervista a The Union Radio

Riposat* dalle fatiche e dalle bellissima conclusione di “Innesti”, Goghi&Goghi hanno raccontato il progetto a The Union Radio, in un’intervista che si può ascoltare qui:

Ringraziamo Anna, che ha condotto l’intervista, al CSA Bruno (con cui Innesti e G&G hanno festeggiato sei anni di presenza a Trento pochi giorni fa) e a The Union Radio.

Nonostante la fine delle iniziative nei parchi, continuiamo ad Innestarci!

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Ultimo appuntamento con “Innesti”: tra workshop, film e installazioni rivive il Giardino Garbari

Dopo tre appuntamenti che hanno portato concerti, workshop e arte in tre parchi e giardini sconosciuti di Trento, si conclude il 06 ottobre 2012 il progetto “Innesti: innestiamo idee nei parchi di Trento“: il progetto, parte dei Piani Giovani di Zona 2012, nasce dall’idea e dall’entusiasmo dell’associazione Goghi&Goghi, giovani artisti trentini impegnati recentemente anche con uno spettacolo teatrale che, dopo una tourneè nazionale, è andato in scena proprio questa settimana a Trento.

Innesti intende ridare vita a quattro parchi poco conosciuti della nostra città, attraverso laboratori, performance, proiezioni e iniziative artistiche.

Sabato 06 ottobre sarà il Giardino Garbari il protagonista di questa ventata di iniziative: unico giardino storico della città, situato proprio sotto le torri di Madonna Bianca, il Garbari costituisce una piccola perla della città. Nato a inizio secolo dalla passione del botanico Garbari, il giardino conserva ancor oggi delle piante rare ed esotiche: un faggio di più di un secolo di vita, una sequoia, e piante delle più diverse, unite tra loro in una splendida cornice.

Alle 15 inizieranno ben due workshop, entrambi completamente gratuiti e aperti a tutti, per i quali sono ancora disponibili dei posti. Qual’è il parco che vorremmo? Che giardino ideale abbiamo nella mente? Che cosa troviamo nella realtà e come possiamo migliorarlo? Sono alcune delle domande su cui i partecipanti ragioneranno e discuteranno insieme a Cristina Mattiucci, architetto del paesaggio, in un percorso di costruzione del proprio parco ideale.

Sempre alle 15, TrameUrbane, collettivo bolognese che vanta una lunga esperienza in fatto di orti collettivi, inviterà i partecipanti a costruire il proprio piccolo orto a partire da oggetti di scarto: non saranno solo vasi e barattoli, dunque, a diventare contenitori per piante da terrazzo e da casa, ma anche vecchi cassetti, scatole inutilizzate e addirittura, per gli amanti dell’hi-tech, vecchi monitor ormai in disuso. Attraverso la costruzione dell’orto, si parlerà di buone pratiche nella semina e nella cura delle piante e dell’orto casalingo, così come delle possibilità costituite dagli orto condivisi.

Gli orti collettivi sono una realtà anche a Trento, con l’esperienza di RichiedentiTerra, gruppo di giovani e richiedenti asilo che a San Bartolameo curano collettivamente un orto, e che saranno alle 19 al Garbari per offrire ai presenti un aperitivo a base di prodotti provenienti proprio dall’Ortalameo.

Alle 20, poi, le panchine del parco prenderanno vita, attraverso “Conversazioni croniche”, una lettura-performance a cura di Goghi&Goghi, con Michele Comite e Fosca Leoni: storie di giardino, parchi che parlano e voci dall’erba animeranno un percorso fatto di suggestioni e racconti.

Infine, alle 20.30, il gran finale con il cinema: la proiezione di “Menschen am Sontag“, capolavoro del 1930, sarà accompagnata da innesti sonori provenienti da altri film o da frammenti musicali. L’evento, una novità assoluta nel panorama anche delle rimusicazioni di film muti, è realizzato da Guido Laino e Alberto Brodesco. Il film racconta una domenica nei parchi di Berlino proprio poco prima che la tragedia del nazismo si abbattesse sulla città e sui suoi abitanti: una sorta di Giardino dell’Eden prima della caduta.

Il Garbari sarà inoltre animato dall’allestimento di “Il Giardino dei sentieri (letterari) che si biforcano”, installazione a cura del Funambolo, dalla videoarte di Goghi&Goghi con la proiezione di “Ballard”, dall’installazione fotografica di Guido Laino e Alessandro Lacchin e dalla possibilità di stampare le proprie magliette al momento attraverso la serigrafia istantanea.

Un gran finale, insomma, quello preparato da Goghi&Goghi, che aspira a far conoscere un vero gioiello della città di Trento attraverso iniziative artistiche molto innovative e particolari per lo scenario trentino, e workshop gratuiti che offrono alla cittadinanza occasione di ragionamento, di spunto e di possibilità di guardare al territorio con uno sguardo nuovo.

Tutti gli eventi sono gratuiti. Per la partecipazione ai workshop si consiglia la pre-iscrizione inviando una mail a innesti@goghiandgoghi.net

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

INNESTI #4: UTOPIE E PRATI DELL’ILLUSIONE

INNESTI volge al termine, e si prepara a offrire un quarto appuntamento davvero con i fiocchi.

A causa del maltempo che ha (sigh!) vaporizzato la giornata del 29 settembre, sabato 06 ottobre 2012, al Giardino Garbari, al programma già previsto andranno ad aggiungersi anche le iniziative previse per la terza puntata..ergo: un sacco di cose tutte riunite tra gli alberi storici del giardino!

Ecco il programma:

H 15-19 >> WORKSHOP >> INVITO A TAVOLA IN GIARDINO e ORTI E GIARDINI CONDIVISI |||| H 19 APERITIVO BIO CON RICHIEDENTI TERRA |||| H 20 CONVERSAZIONI CRONICHE:PERFORMANCE DA GIARDINO SENZA TEMPO ||||  H 20.30 >> PROIEZIONE E INNESTI SONORI LIVE >> IL PRATO VERDE DELL’ILLUSIONE/MENSCHEN AM SONTAG |||| INSTALLAZIONE >> I SENTIERI DEI GIARDINI (LETTERARI) CHE SI BIFORCANO |||| SERIGRAFIA ISTANTANEA |||| VIDEOARTE >> BALLARD

h 15-19 >> INVITO A TAVOLA IN GIARDINO

WORKSHOP a cura di Cristina Mattiucci / Professional Dreamers

Il workshop invita le partecipanti ed i partecipanti a sedersi intorno ad un tavolo per esplorare le forme che assumono quei luoghi che si sono fatti e si fanno giardino, a partire dalla propria esperienza. L’invito a tavola è un pretesto per discutere di uno spazio che appartiene alla cultura ed alle colture umane e per scoprirne quei caratteri e quelle potenzialità, che possono influire sulla condizione contemporanea della fruizione dei luoghi. Attraverso un percorso sollecitato da diverse immagini che interpretano un giardino – e che ritraggono quelle tecniche quei progetti che esprimono pratiche esplicite o più spesso inconsuete di urban gardening – ciascuno/a sarà invitato a contribuire a questo racconto iconico. Alternando le discussioni con la degustazione di alcune “ricette da giardino”, si intende così realizzare una esperienza multisensoriale di narrazione collettiva, in cui ciascuno possa ritrovare ispirazioni, forme ed occasioni per vivere gli spazi del proprio quotidiano.

Scarica i dettagli del workshop.

Il workshop è completamente gratuito e aperto a tutti/e. Si consiglia la pre-iscrizione.

www.professionaldreamers.net

h 15-19 >> ORTI E GIARDINI CONDIVISI E RIAPPROPRIAZIONE DI SPAZI

WORKSHOP a cura di Trame Urbane, collettivo di GuerrillaGardening > Bologna

Gli orti e i giardini comunitari rispondono ad un esigenza degli abitanti di riappropriarsi degli spazi urbani, troppo spesso vissuti in modo passivo, e di diventarne protagonisti attivi. Trasformare spazi urbani in disuso o semplicemente rinventare uno spazio verde pubblico attivando nuove coltivazioni verdi, nuove relazioni e socialità. La creatività delle pratiche agricole rivoluzionano la città. La particolarità dei giardini-orti comunitari è che non sempre sono realizzati direttamente nella terra, ma spesso sono luoghi creativi dove si utilizzano materiali di risulta come contenitori per accogliere piante e semi. Con questi elementi, come ruote, cassetti, bottiglie di plastica sarà possibile costruire un aiuola all’ombra degli alberi o vicino alle panchine presenti nel parco, dando risalto a questi luoghi d’incontro.

Scarica i dettagli del workshop.

Il workshop è completamente gratuito e aperto a tutti/e. Si consiglia la pre-iscrizione.

www.trameurbane.noblogs.org

h 20.30 >> CONVERSAZIONI CRONICHE

PERFORMANCE DA PANCHINE SENZA TEMPO a cura di Goghi&Goghi

Tre attori. Panchine, angoli, coperte, alberi, archi, altalene che si fanno palco. Ogni centimetro d’erba, una storia.

h 20.30 >> IL PRATO VERDE DELL’ILLUSIONE

PROIEZIONE E INNESTI SONORI DEL FILM “MENSCHEN AM SONTAG” (1930) a cura di Alberto Brodesco e Guido Laino

Menschen am Sonntag (1930) è un capolavoro del cinema muto tedesco, opera acerba di un gruppo di registi — Billy Wilder, Edgar G. Ulmer, Fred Zinnemann, Curt e Robert Siodmak — che di lì a poco, con l’avvento di Hitler, fuggiranno a Hollywood per rivoluzionarne i generi. Il lavoro di innesto di una nuova sonorizzazione (un montaggio di dialoghi e suoni dalla storia del cinema e oltre) intende mostrare l’ampiezza dello spettro semantico che copre il film, dal punto di vista stilistico (abbiamo di fronte un documentario, un film sperimentale, un filmino di famiglia, una fiction?) e dei contenuti. Le ombre che si allungano sui prati a bordo del lago sembrano inghiottire quell’innocenza en plein air, trascinare nel buio i rapidi momenti di felicità di una domenica berlinese.

+ IL GIARDINO DEI SENTIERI (LETTERARI) CHE SI BIFORCANO

INSTALLAZIONE a cura di Il Funambolo

Il Funambolo presenta un lavoro sullo spazio fisico e simbolico dei parchi, a partire da suggestioni di natura letteraria.

In equilibrio fra installazione, gioco ed esercizio letterario,Il Funambolo presenta un intreccio di percorsi, al tempo stesso reali e ideali, fra testi che si richiamano tra loro e insieme rimandano, implicitamente o esplicitamente, al tema del giardino come luogo mitico, giardino pubblico,giardino privato… Ogni percorso congiunge punti del parco, dove si trovano, a seconda dei casi, citazioni di testi, libri, oggetti. I vari punti sono segnalati su mappe “aperte”, distribuite ai visitatori. L’idea, infatti, è che i percorsi – i “sentieri letterari” – possano intersecarsi e moltiplicarsi indefinitamente, e che sia di fatto il visitatore stesso a tracciarli (a “scriverli”), lasciandosi guidare, di volta in volta, dal caso, dall’intuizione, dall’azzardo. Così, nel gioco di specchi tra letteratura e giardino, il giardino si farà letteratura, e la letteratura, a sua volta, arcano giardino incantato.

www.ilfunambolo.it

+ SERIGRAFIA ISTANTANEA

Tu porti la maglietta, noi te la disegniamo con le immagini di Innesti!

 + BALLARD

VIDEOARTE a cura di Goghi&Goghi

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

CHE MALTEMPO PER INNESTI!

Gentili innestati e innestate,

è con rammarico che, a causa delle condizioni atmosferiche, siamo costrett* a rimandare Innesti#3, che si sarebbe tenuto al Parco del Salé, a sabato prossimo.

Innesti infatti si è svegliato questa mattina sotto una pioggia e un mare di fanghiglia, il tutto molto umido.

Siamo dunque costrett* a rimandare il workshop e l’iniziativa di oggi a sabato 06 ottobre, al Giardino Garbari 😦

Quanto previsto per oggi andrà a sommarsi a quanto già programmato per la giornata: insomma, una bomba di programma!

Due workshop nel pomeriggio, e un intero parco di iniziative serali!

Per oggi, Innesti consiglia piumone, tisana fumante e “The garden”, Derek Jarman.

Ci rivediamo quindi sabato prossimo!

Vostr*,

Goghi&Goghi

fonte pic_  http://bit.ly/QzmwfL

Contrassegnato da tag , , ,

INNESTI #3: ORTI CONDIVISI E PERFORMANCE SENZA TEMPO

Il terzo appuntamento con INNESTI: ecco che cosa abbiamo in serbo per voi.

sabato, 29 settembre 2012

Parco del Salè

H 15-19 >> WORKSHOP >> ORTI E GIARDINI CONDIVISI E RIAPPROPRIAZIONE DI SPAZI ||||  H 20.30 >> PERFORMANCE DA PANCHINA >> CONVERSAZIONI CRONICHE |||| INSTALLAZIONE >> I SENTIERI DEI GIARDINI (LETTERARI) CHE SI BIFORCANO ||| APERITIVO BIO

h 15-19 >> ORTI E GIARDINI CONDIVISI E RIAPPROPRIAZIONE DI SPAZI

WORKSHOP a cura di Trame Urbane, collettivo di GuerrillaGardening > Bologna

Gli orti e i giardini comunitari rispondono ad un esigenza degli abitanti di riappropriarsi degli spazi urbani, troppo spesso vissuti in modo passivo, e di diventarne protagonisti attivi. Trasformare spazi urbani in disuso o semplicemente rinventare uno spazio verde pubblico attivando nuove coltivazioni verdi, nuove relazioni e socialità. La creatività delle pratiche agricole rivoluzionano la città. La particolarità dei giardini-orti comunitari è che non sempre sono realizzati direttamente nella terra, ma spesso sono luoghi creativi dove si utilizzano materiali di risulta come contenitori per accogliere piante e semi. Con questi elementi, come ruote, cassetti, bottiglie di plastica sarà possibile costruire un aiuola all’ombra degli alberi o vicino alle panchine presenti nel parco, dando risalto a questi luoghi d’incontro.

Scarica i dettagli del workshop.

Il workshop è completamente gratuito e aperto a tutti/e. Si consiglia la pre-iscrizione.

www.trameurbane.noblogs.org

h 20.30 >> CONVERSAZIONI CRONICHE

PERFORMANCE DA PANCHINE SENZA TEMPO a cura di Goghi&Goghi

Tre attori. Panchine, angoli, coperte, alberi, archi, altalene che si fanno palco. Ogni centimetro d’erba, una storia.

 

www.goghiandgoghi.net

+ IL GIARDINO DEI SENTIERI (LETTERARI) CHE SI BIFORCANO

INSTALLAZIONE a cura di Il Funambolo

Il Funambolo presenta un lavoro sullo spazio fisico e simbolico dei parchi, a partire da suggestioni di natura letteraria.

In equilibrio fra installazione, gioco ed esercizio letterario,Il Funambolo presenta un intreccio di percorsi, al tempo stesso reali e ideali, fra testi che si richiamano tra loro e insieme rimandano, implicitamente o esplicitamente, al tema del giardino come luogo mitico, giardino pubblico,giardino privato… Ogni percorso congiunge punti del parco, dove si trovano, a seconda dei casi, citazioni di testi, libri, oggetti. I vari punti sono segnalati su mappe “aperte”, distribuite ai visitatori. L’idea, infatti, è che i percorsi – i “sentieri letterari” – possano intersecarsi e moltiplicarsi indefinitamente, e che sia di fatto il visitatore stesso a tracciarli (a “scriverli”), lasciandosi guidare, di volta in volta, dal caso, dall’intuizione, dall’azzardo. Così, nel gioco di specchi tra letteratura e giardino, il giardino si farà letteratura, e la letteratura, a sua volta, arcano giardino incantato.

www.ilfunambolo.it

+ APERITIVO BIO

PRODOTTI DELL’ORTO COLLETTIVO  a cura di Richiedenti Terra Trento

www.richiedentiterra.org

+ PRINT YOUR SHIRT!

serigrafia in diretta: porta una vecchia maglietta, uno straccio, una borsa: innesteremo stampe fresche fresche di produzione. a costo zero!

COME ARRIVARE al Parco del Salè

INFO UTILI

>> in caso di maltempo le iniziative si terranno sabato 06 ottobre 2012 al Giardino Garbari >>

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

In attesa del terzo evento..Trame Urbane!

In attesa della terza puntata di Innesti, che si terrà al Parco del Salè il 29 settembre 2012, a partire dalle 15, vi suggeriamo in anteprima un giretto per il sito di Trame Urbane:

il collettivo bolognese verrà ad innestare idee su orti e giardini condivisi, con un workshop teorico e pratico…e gratuito, come tutti gli altri proposti in Innesti.

Vuoi scaricare la presentazione del workshop?

Contrassegnato da tag , , , , ,

Innestando suoni.

Un assaggio del Gruppo Marnan/La Savana Onlus, che domenica 16, alle 2030, scalderà il Parco di Melta di vibrazioni e colori, facendo risuonare tutta Trento Nord.

Innestando nuovi suoni su palcoscenici d’erbetta.

 

Contrassegnato da tag , , , , ,

INNESTI #2: IL PARCO DI MELTA SI SVELA

GOGHI&GOGHI presenta innesti_ un progetto di riflessione sul giardino pubblico come spazio simbolico di possibilità e mutamento, innestando idee nei parchi di Trento.
EVENTO #2 >>>> DOM 16.09.12

DOVE? @ Parco di Melta, TRENTO

h 15-19 >> È GIÀ TUTTO DAVANTI AI TUOI OCCHI WORKSHOP a cura di Silvia Pasquetto, fotografa
h 20.30 >> GRUPPO MARNAN/LA SAVANA ONLUS CONCERTO+ IL GIARDINO DEI SENTIERI (LETTERARI) CHE SI BIFORCANO >> INSTALLAZIONE

 

<<<<<>>>>>

Il programma completo!

https://innestinnesti.wordpress.com/

c’è il prato, le coperte, ci sono le birrette, i succhi di frutta, c’è la musica, gli amichetti, ci sono percorsi labirintici, ci sono parole, anfiteatri naturali, salici piangenti, alberi con le sciarpine. ed è gratis.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

innesti si colora!

 

 

 

grazie a julia garnett, soprattutto per le sciarpine botaniche.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Chi come dove cosa perchè

 

Grazie ad Alberto Gianera 😉

Contrassegnato da tag , , ,
Annunci